Single Product

DSC_0320-2

Nduja di Spilinga ml 212 Calabria-Coluccio & Femia

 6,50

La ‘Nduja, o più semplicemente “Duja“, è un salume di origine calabrese, caratterizzato da una consistenza cremosa e da un gusto particolarmente piccante. L’origine di questo bizzarro nome è da ricercarsi nel termine latino “inducere“, cioè introdurre, lo stesso da cui deriva la denominazione di alcuni salumi piemontesi, chiamati “salam dla doja” e dei francesi “andouille“, una particolare salsiccia di maiale affumicata. La storia di questo prodotto non è chiara e si perde tra i racconti degli anziani e le interpretazioni storiche contrastanti. Se alcuni, dato che il termine ‘nduja è probabilmente di origine francese, fanno risalire la sua introduzione in Calabria ai Francesi del periodo napoleonico (1806-1815), altri ritengono invece che siano stati gli Spagnoli, nel Cinquecento, a portare questo particolare salame insieme al peperoncino. La sua origine è comunque quella di un alimento povero, nato dalla necessità dei contadini di sfruttare ogni parte del suino. Dopo aver dato ai proprietari terrieri le parti più pregiate dell’animale, quello che restava erano gli scarti: stomaco, milza, polmoni, intestino, esofago, trachea, faringe, parti carnose della testa, grassi vari ecc. Anche se fatta con queste parti poco nobili, la ‘nduja manteneva e mantiene tuttora (benché la composizione, dato il successo commerciale, sia un po’ cambiata) un forte valore nutritivo e terapeutico, dato, quest’ultimo, dall’abbondante presenza di peperoncino. Spilinga, un piccolo comune calabrese in provincia di Vibo Valentia, è la città natale di questo particolare insaccato ma ormai la ‘Nduja è divenuta uno dei simboli di tutta la regione calabrese. Oltre a rappresentare i sapori forti e decisi di questa regione, essa veicola anche l’immagine di una produzione naturale e sana. La sua storia e il suo successo sono intimamente legati al territorio in cui è nata, un territorio che ancora vive di agricoltura, allevamento e pastorizia, uniti ed aiutati dal più o meno recente turismo marittimo

Esaurito

Descrizione

Tipologia: prodotto tipico calabrese: salume. Oltre ad essere distribuita nel classico insaccato, viene anche confezionata in vasetti.
Zona di Produzione: strada Camocelli Marina di Gioiosa Ionica (RC)
Formato: 212 ml
Ingredienti: tagli di maiale come il guanciale, la pancetta e il lardello, ricavati dalla spalla, dalla coscia, dalla testa e dalla sottopancia.
Preparazione: i tagli di maiale vengono finemente tritati insieme ad abbondanti dosi di peperoncino rosso calabrese essiccato e fresco, impastati ed amalgamati fino ad ottenere un impasto omogeneo e cremoso senza aggiunta di coloranti o conservanti. Una volta pronto, il mix viene insaccato in un budello naturale, detto cieco.
Stagionatura: segue una fase di leggera affumicatura, bruciando essenze di robinia o di ulivo. Dopo l’affumicatura, è la volta della stagionatura, che dovrà andare da un minimo di tre mesi a un massimo di sei, a seconda della grandezza degli insaccati. La stagionatura deve svolgersi in un locale fresco, asciutto e igienicamente protetto

Note di degustazione

Colore: è proprio il peperoncino che dà alla carne un colore rosso vivo e che ne permette la lunga conservazione
Al gusto: la qualità della ‘nduja calabrese consiste nel modo in cui è stato dosato il peperoncino al momento della produzione. Visto che non si può capire se non con l’assaggio, il consiglio è di andarci piano e aggiungere la ‘nduja un po’ per volta.
In cucina: si tratta di un prodotto gastronomico molto versatile che in cucina (e a tavola) può essere impiegato in tanti modi diversi. Il modo migliore per degustare la ‘nduja in purezza è quello di spalmarla su fette di pane rustico tostato e caldo. Servitela in questo modo per accompagnare aperitivi a base di cocktail o di bollicine. La ‘nduja è ottima anche con i primi piatti. Potrete anche sostituirla al peperoncino nella classica aglio e olio. Ottima anche per dare gusto e carattere alla pizza, la ‘nduja, è perfetta per arricchire una semplice margherita ma anche per creare nuovi condimenti per pizze regionali e gourmet. Potrete servirla anche con il carrello dei formaggi insieme a marmellate e composte, è buonissima per accompagnare il sapore di formaggi stagionati e semi-stagionati. Usatela per dare gusto e vigore a tutte quelle preparazioni come polpette, panzerotti, frittelle salate e, perché no, anche supplì e arancini di riso. Provatela infine per insaporire le vostre frittate e le vostre omelette.

Informazioni aggiuntive

Peso 0,216 kg
Dimensioni 130 × 370 × 130 cm
Abbinamento

, , , ,

Formato

Nazione

Produttore

Regione

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Nduja di Spilinga ml 212 Calabria-Coluccio & Femia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X
Winespace

GRATIS
VISUALIZZA